๐Ÿคฆโ€โ™€๏ธIl mal di testa รจ una patologia molto diffusa, spesso sotto diagnosticata e sotto trattata. In Italia, oltre 7 milioni di persone ne soffrono. Il mal di testa colpisce tutti e non fa distinzione di etร , sesso, razza e area geografica.

ย Lโ€™Organizzazione Mondiale della Sanitร  ha inseritoย ๐Ÿ“ย  la cefalea fra le 20 patologie piรน invalidanti per lโ€™uomo. Oltre a lamentare dolore, chi รจ affetto da cefalea mostra difficoltร  nello svolgere le normali attivitร  della vita quotidiana e nellโ€™andare a lavorare, ha problemi relazionali e una ridotta qualitร  di vita.

๐Ÿ”ŽAlcol, fumo e dieta fra i fattori che possono influire sullโ€™insorgenza della cefalea.ย 

๐Ÿ†˜La Fondazione Veronesi ci viene in aiuto con alcuni consigli e suggerimenti per aiutarci quando siamo a tavola.

โ›”๏ธCIBI DA EVITARE: Il problema dellโ€™influenza della dieta sulla cefalea non รจ ancora del tutto chiarito perchรฉ non sempre, chi soffre di cefalea, riesce a riconoscere alimenti che scatenano lโ€™attacco. Tuttavia, la riduzione o lโ€™abolizione di alcuni alimenti puรฒ essere utile nel ridurre le crisi.

Tra questi i principali sono i cibi dalla digestione particolarmente complessa come gli agrumi, le cipolle, i crauti, le olive in salamoia, la frutta secca in guscio, il pane e la pizza caldi (appena sfornati), le banane mature, il cioccolato, i fritti, il caffรจ (in modica quantitร  al contrario puรฒ anche essere benefico), il tรจ e le bevande contenenti caffeina e teina, pesce secco salato.

Anche latte, yogurt e panna acida dovrebbero essere consumati con attenzione.

Inoltre รจ bene fare attenzione anche ad alcune sostanze contenute negli alimenti: in particolare ai nitrati usati per conservare salumi e insaccati, alla tiramina presente nei formaggi stagionati, al glutammato di sodio usato nei dadi per bordo e nelle zuppe pronte in busta o nella cucina cinese, ai tannini del vino rosso.

Ma non fanno bene alla cefalea neppure il digiuno e le diete troppo drastiche che causano un’alterazione del livello degli zuccheri.

๐ŸŽฏCIBI CONSENTITI: Aiutano invece a proteggere dalla cefalea pane, pasta e riso (soprattutto integrali), frutta e verdura fresche, legumi freschi o secchi che si digeriscono senza problemi (le lenticchie sono tra i piรน adatti), pesce fresco, non affumicato e non salato, carne fresca (ancora meglio se bianca), succhi, spremute, centrifugati freschi.

Poichรฉ anche la sensibilitร  agli alimenti รจ soggettiva, chi soffre di cefalea dovrebbe cercare di prestare attenzione ad ogni possibile correlazione tra insorgenza dei sintomi e pasto precedente, in modo tale da individuare esattamente il cibo, o i cibi, che provocano o aggravano gli attacchi.

Le indicazioni generali sono comunque quelle di una dieta bilanciata in alimenti come la carne e le verdure fresche, evitando troppo sale e associando periodicamente allโ€™alimentazione vitamine e sali minerali, soprattutto in estate e in caso di gravidanza.

๐Ÿ‘ฉโ€๐ŸณCOTTURA:ย  Anche il tipo di cottura ha la sua importanza. Se errata, infatti, puรฒ contribuire ad aumentare la formazione di composti tossici e a diminuire il potere nutritivo degli alimenti a causa della distruzione di alcune vitamine (quelle termolabili) e/o delle proteine. Sono da privilegiare le cotture a vapore o in forno a microonde, mentre meno indicate (e da usare limitatamente) sono la frittura, la cottura in forno elettrico, alla brace, allโ€™acqua (bollitura), al calore umido (brasata) e nei grassi.

ย 

#SaluteECuraDellaPersona #malditesta #cibisi #cibinoย