๐Ÿ“๐Ÿ•ยฐ ๐‘๐€๐๐๐Ž๐‘๐“๐Ž ๐‚๐„๐๐’๐ˆ๐’ ๐Ÿ๐ŸŽ๐Ÿ๐Ÿ‘ / ๐’๐„๐‘๐•๐ˆ๐™๐ˆ๐Ž ๐’๐€๐๐ˆ๐“๐€๐‘๐ˆ๐Ž ๐๐€๐™๐ˆ๐Ž๐๐€๐‹๐„ ๐„ ๐’๐€๐‹๐”๐“๐„

๐Ÿ“ขDa qualche giorno รจ stato pubblicato il 57ยฐ Rapporto Censis e nel Capitolo โ€œIl sistema di welfareโ€ emergono dati piuttosto sconfortanti: il 79% degli italiani รจ molto preoccupato di non poter piรน contare sul Servizio Sanitario Nazionale.

๐Ÿ“Il 2023 รจ stato, secondo i ricercatori del Censis, lโ€™anno della โ€œpresa dโ€™atto della fine delle promesseโ€ rispetto a quel che il SSN puรฒ garantire.

๐Ÿ“ŒPer il 75,8% degli italiani รจ diventato piรน difficile accedere alle prestazioni sanitarie nella propria regione; allโ€˜universalismo delle cure credono in pochi: lโ€™89,7% รจ convinto che le persone benestanti abbiano la possibilitร  di curarsi prima e meglio di quelle meno abbienti. Il 79,1% teme, in caso di malattia, di non accedere a cure tempestive e appropriate.

Lโ€™esperienza delle difficoltร  di accesso alla sanitร  radica nella coscienza collettiva lโ€™idea che lโ€™universalismo formale in realtร  nasconda disparitร  reali, che ampliano le disuguaglianze sociali.

La crisi del sistema salute รจ evidente a tutti.

๐Ÿ“ŒAlcuni dati per riflettere:

Il capitolo del rapporto Censis dedicato al tema parte da alcuni dati chiari:

Tra il 2012 e il 2019 la spesa sanitaria pubblica in rapporto al Pil รจ passata dal 6,7% al 6,4%, nel 2020 anno del Covid รจ salita al 7,4% e poi รจ scesa di nuovo al 6,7% nel 2022.

Dal confronto internazionale emerge che nel periodo 2012-2019 in Italia la spesa sanitaria pubblica ha registrato un -0,4%, in Francia un +15,0%, in Germania un +16,4% e in Spagna un +7,7%.

Negli anni 2019-2021, per effetto della pandemia, in Italia si รจ registrato un +6,7%, in Francia un +8,8%, in Germania un +16,6% e in Spagna un +13,5%.

#SaluteECuraDellaPersona #rapportocensis #mancatepromesse #serviziosanitarionazionale #spesasanitaria #disuguaglianzesociali #sistemasalute