Palazzina Laf, il film uscito in questi giorni al cinema ci offre una ๐Ÿ”Ž lente di ingrandimento sullโ€™Ilva di Taranto che cosรฌ tanto ha riguardato la salute delle persone e di tutta la comunitร .

ย ๐ŸŽฅ In “Palazzina Laf”, Michele Riondino esordisce come regista con una storia molto sentita su Taranto, l’acciaieria Ilva e le condizioni dei lavoratori e del territorio.

Taranto, 1997. Caterino Lamanna (Michele Riondino) lavora alla famigerata Ilva. รˆ un operaio siderurgico, abita in una casa fatiscente e ha una fidanzata albanese di nome Anna. Un giorno, Giancarlo Basile (Elio Germano), giovane dirigente dellโ€™azienda, lo convince a diventare il suo โ€œorecchioโ€, tra gli operai: Caterino dovrร  riferirgli quali sono i (mal)umori, anche considerato che gli incidenti sul lavoro, alcuni mortali, continuano ad avvenire

Caterino si lascia convincere con poco, basta una vecchia auto usata e la prospettiva di fare una piccola carriera. Cosรฌ ottiene successivamente di essere spostato di reparto e mandato nella cosiddetta Palazzina Laf (che sta per laminatoio a freddo): Caterino รจ convinto di aver fatto un colpaccio, perchรฉ pensa che quello sia un luogo per privilegiati, dove si lavora poco e non ci si spacca la schiena

๐Ÿ“– La vicenda รจ tratta dal libro Fumo sulla cittร  di Alessandro Leogrande, scrittore e giornalista scomparso nel 2017, a cui la pellicola รจ dedicata.

Se ne esce indignati e disturbati, ma Palazzina Laf era un film ๐Ÿ“ฝ necessario da realizzare.

Per riflettere ancora una volta, purtroppo nellโ€™Italia del 2023, sulla condizione operaia, sui maltrattamenti e le discriminazioni sul posto di lavoro, ma piรน in generale su un sistema produttivo che continua a trattare le persone come numeri e oggetti.

A volte, ed รจ stato evidente nel caso dellโ€™Ilva di Taranto, anche ignorando tutte le conseguenze (fin mortali) della mancata sicurezza in fabbrica e dei risvolti sulla salute di un intero territorio martoriato e mortifero.

Recensione di Andrea Zummo, Libera Piemonte

ย 

#palazzinalaf #ilva #salute #news #operaiilva